Castrazione

Castrazione cane maschio:

pro :

Vantaggi comportamentali: se si effettua l'intervento prima della pubertà si eviterà l'insorgere di tutti quegli atteggiamenti che, molto spesso, trasformano intorno agli 8-10 mesi un socievolissimo cucciolone in un giovane maschio decisamente poco tollerante verso la presenza dei suoi consimili dello stesso sesso. Questo perché il testosterone nel cane determina un sostenziale aumento dell'aggressività e della territorialità.

 
La castrazione post-puberale riesce a contenere solo le manifestazioni legate alla presenza di femmine in estro
( strazianti ululati, scioperi della fame, agitazione continua), non influisce invece in alcun modo sulle abitudini acquisite in precedenza e quindi sulla più o meno mancata rissosità nei confronti degli altri maschi

Vantaggi clinici: non trascurabile è la tendenza dei cani maschi interi a soffrire di patologie prostatiche in più o meno tarda età: infiammazioni, ascessi e neoplasie. In questi casi una delle poche possibilità terapeutiche consiste nella castrazione, che però risulta spesso troppo tardiva rispetto all'insorgenza della patologia.

contro:

se la castrazione viene eseguita prima del raggiungimento della pubertà, un leggero minore manifestarsi dei cosidetti caratteri sessuali secondari. Attenzione che questi caratteri nulla hanno a che fare con l'indole dell'animale bensì sono caratteristiche estetiche più evidenti in alcune razze. Per esempio una criniera più folta nel pastore tedesco, una maggiore imponenza della testa e via dicendo.

 

castrazione cane femmina

pro :

La produzione di ormoni, diretta(es, estrogeni e progesterone) oppure indiretta ( prolattina) , è alla base di tutta
una serie di fenomeni che risultano essere fonte di grossi problemi in un alto numero di soggetti.

L'ovariectomia risolve l'insorgere della pseudogravidanza o pseudociesi

Riduzione del rischio relativo l'insorgere di tumori mammari. Il rischio di tumore mammario si riduce addirittura ad un 0,5% se la sterilizzazione viene effettuata PRIMA del primo calore e all'8% se la sterilizzazione viene effettuata prima del secondo calore. Nel caso della sterilizzazione di cagne oltre 2,5 anni di età invece, non viene più riscontrato alcune beneficio per la riduzione del rischio della formazione dei tumori mammari.

Con l'ovariectomia si evitano patologie legate all'utero che subentrano normalemnte in età adulta/avanzata
nonostante l'utero della cagna sia relativamente poco soggetto a neoplasie, è invece facile preda di infezioni che divengono più probabili e gravi con l'avanzare degli anni.

Nelle cagne anziane non ovariectomizzate, la piometra è un evento purtroppo piuttosto frequente, legato in gran parte alla continua stimolazione dell'utero da parte del progesterone, i cui tassi in circolo rimangono elevati per circa 2 mesi dopo il calore.
Meno frequenti, ma cmq possibili a verificarsi, sono le altre affezioni uterine (metriti, idrometre, mucometre) che esattamente come la piometra, vengono prevenute con certezza dall'ovariectomia pre-puberale.

Inutile menzionare le ovvie conseguenze della castrazione come il non essere più attrattive per i cani maschi, nessuna perdita emorragica, nessun pericolo di una gravidanza indesiderata , ....

contro :

esiste una remota possibilità che diventi incontinente. Questo può manifestarsi a mesi o anni dall'intervento e sembra essere più frequente nelle cagne di taglia grande o gigante ( che superano 20 kg di peso corporeo in età adulta ) in alcune razze ( esempio il boxer) e dipende dalla posizione della vescica all'interno dell'addome nonché da fattori ormonali. Si tratta di un rilassamento dello sfintere uretrale, con conseguente perdita di urina che avviene più frequentemente mentre il cane dorme. Le cause non sono ancora pienamente chiarite anche se si menziona un deficit ormonale creatosi a seguito dell'asportazione delle ovaie. La terapia che finora ha dato i migliori risultati è la somministrazione più o meno a vita di farmaci a base di Phenilpropanolamina

molto discusso è anche il rischio di aumento di peso. alcuni affermano che non ci sia un aumento di peso dopo l'intervento. a mio avviso invece c'è un'effetivo aumento nell'assimilazione del cibo. Questo significa che a parità di movimento e quantità di cibo la nostra cagna tenderà ad ingrassare. Il tutto è chiaramento ovviabile aumentando leggermente l'attività fisica e seguendo una dieta bilanciata. Attenzione a NON attribuire la colpa alla sterilizzazione quando si gestisce l'animale con una eccessiva quantità di cibo o addirittura cibi troppo calorici e grassi.

in alcune razze( setter, cocker spaniel, ...) sono stati descritti cambiamenti nella qualità del pelo. questo tende a diventare in alcune parti del corpo simile al pelo di cucciolo.